IL CONSORZIO DEL BRUNELLO DI MONTALCINO AL PROWEIN DI Düsseldorf PER PRESENTARE l’ANNATA A 5 STELLE 2010

Montalcino, 12 marzo 2015 - Al ProWein 2015 di Düsseldorf, il più importante evento enologico del Nord Europa, il Consorzio del Vino Brunello di Montalcino sarà rappresentato da oltre 30 aziende del territorio, che proporranno in degustazione il Brunello di Montalcino 2010, tra i vini più attesi dell’anno, considerato eccezionale dai critici e dagli stessi produttori. 

 

«In questi mesi abbiamo ricevuto il plauso da parte dei molti critici, giornalisti e operatori che hanno assaggiato l’annata 2010 e questo ci rende orgogliosi  – ha commentato il Presidente del Consorzio Fabrizio Bindocci - e conferma che il sistema Montalcino sta sviluppando la capacità di mantenere standard di eccellenza sempre più elevati. Questa annata eccezionale è il punto di riferimento da cui partire».  

 

Oltre al consueto appuntamento presso lo stand del Consorzio – Halle 16, Stand E51, quest’anno si è scelto di avviare la collaborazione con la prestigiosa rivista tedesca Vinum Europas Weinmagazin e organizzare  un seminario sul grande rosso toscano che si terrà domenica 15 marzo alle ore 16 presso lo stand di Vinum (Halle 13, Stand D100). Il seminario, che consentirà di assaggiare 13 etichette di Brunello di Montalcino 2010, sarà guidato da Christian Eder, giornalista della rivista e grande conoscitore dei vini di Montalcino.

 

Nei mesi scorsi il Brunello 2010 ha ricevuto il plauso di molti tra wine master, critici, giornalisti e ristoratori che lo hanno assaggiato durante l’anteprima Benvenuto Brunello e il “tasting tour” del Consorzio, che ha finora toccato le città di New York, San Francisco, Calgary e Vancouver. Quando era stata presentata, la vendemmia 2010 aveva ottenuto le 5 stelle, il massimo del riconoscimento assegnato dagli esperti chiamati ogni anno a giudicare la qualità delle uve raccolte. E i commenti raccolti a Montalcino e in giro per il mondo lo confermano: un vino eccezionale, di grande equilibrio, con grande potenziale per un ottimo invecchiamento, un “must-have”.

 

Nel 2014 il territorio di Montalcino ha goduto di buona salute e lo dimostrano i dati presentati in occasione dell’anteprima Benvenuto Brunello: un giro d’affari del settore vitivinicolo aumentato del 2% rispetto al 2013, arrivando ai 168.250.000 di euro. Segno più anche per la produzione (+3,60% rispetto all’anno precedente) con 13.193.000 di bottiglie immesse sul mercato nel 2014; export confermato al 67,5% dell’intera produzione, con gli USA in testa con oltre il 30% delle esportazioni, seguiti da Europa al 20% (in testa UK, Germania e Svizzera), i mercati asiatici (Cina, Giappone, Hong Kong ecc.) che realizzano il 15%, il Canada (12%) e il centro e sud America (8%). Significativo infine il dato sul settore enoturistico a Montalcino, che nel 2014 ha superato i 30 milioni di euro e 1 milione di turisti, facendo registrare un + 17,5% sui pernottamenti nelle strutture ricettive e un +16,5% di presenze rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.