L’azienda Tiezzi diventa “Plastic Free”

L’amore per il vino passa anche per il rispetto della terra. Con una lettera aperta al Ministro dell’ambiente Sergio Costa, la famiglia Tiezzi comunica la conversione dell’azienda in “Plastic Free” e l’adesione alla Campagna “Io Sono Ambiente” promossa dal Ministero. Questo è il regalo che Enzo Tiezzi, “storico” presidente del Consorzio del Vino Brunello di Montalcino negli anni in cui divenne la prima Docg d’Italia, si è fatto per i suoi 81 anni. Nella lettera al ministro, a cui è stato rivolto un invito a venire a Montalcino, la famiglia ha spiegato di aver seguito le indicazioni pubblicate nelle pagine dedicate del sito ministeriale. E quindi in ufficio e in cantina sono stati effettuati tutti i cambiamenti come quelli apportati all’interno del Ministero. Tutte le aree dell’azienda Tiezzi, da quelle produttive a quelle aperte al pubblico, sono state dotate di bidoncini per la raccolta differenziata e inoltre “abbiamo sostituito – spiega la famiglia Tiezzi – le già poche forniture in plastica monouso che avevamo con oggetti in Kraft biodegradabile, distribuito a tutti le borracce e sposiamo la cultura delle “4 R per l’ambiente”. Il “Plastic Free” è un ulteriore passo in direzione della sostenibilità ambientale che l’azienda Tiezzi ha comunque sempre portato avanti. Tra l’alto è già in atto la conversione biologica, la certificazione arriverà nel 2021. “Sono sempre stato attento al rispetto dell’ambiente – spiega Enzo Tiezzi – questa è una cosa in più che abbiamo intrapreso anche per dare un messaggio e sensibilizzare le nuove generazioni”.