SUCCESSO PER “BENVENUTO BRUNELLO WORLD EXPERIENCE” NEGLI USA

Oltre 240 tra chef e sommelier hanno partecipato alle degustazioni, di cui oltre 60 gli stellati Michelin

 

SUCCESSO PER “BENVENUTO BRUNELLO WORLD EXPERIENCE” NEGLI USA

Grande accoglienza per le 50  aziende volate a New York e Los Angeles per l’anteprima americana delle nuove annate del Brunello (2009) e del Rosso (2012)

 

Montalcino, 07 febbraio 2014 – Gli USA si confermano un mercato  fondamentale per il Brunello. Ed è per questo che nei giorni scorsi il Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, insieme a 50 aziende del territorio, è volato a New York e Los Angeles per presentare ai giornalisti americani, ai sommelier e ai proprietari di importanti ristoranti delle due metropoli USA, le annate Brunello 2009, Riserva 2008 e Rosso 2012, che saranno presto immesse sul mercato e presentate in Italia al Benvenuto Brunello (21 - 24 febbraio).

 

Ottima l’accoglienza ricevuta nelle due grandi metropoli. Degli oltre 240 tra chef e sommelier che hanno partecipato ai due incontri, oltre 60 fanno parte di ristoranti ed enoteche stellati Michelin, come Chef's Table at Brooklyn Fare, Daniel, Eleven Madison Park, Jean Georges, Atera, Jungsik, 15 East, Ai Fiori, Aldea, A Voce Columbus, Casa Mono, Lincoln, Telepan e molti altri.

 

In America incontriamo sempre un grande entusiasmo verso i nostri vini – ha commentato Francesco Ripaccioli, Vicepresidente del Consorzio, che si è recato nelle due città statunitensi. Per il Consorzio e per tutto il territorio si tratta di un momento importante per conoscere le richieste del mercato d’oltreoceano, che rappresenta il 25% del nostro export. Durante questi eventi abbiamo l’opportunità di raccontare la storia di ogni singola bottiglia di Brunello e la passione che ci mettono i nostri produttori per farla, elementi imprescindibili per un mercato sempre più attento alla qualità come è quello americano”.

Per preparare i due esclusivi pranzi organizzati per gli oltre mille ospiti, sono stati coinvolti gli chef di prestigiosi ristoranti delle due città, tra cui Babbo e Del Posto di New York, guidati da Mario Batali, Joe e Lidia Bastianich, e il ristorante Culina di Los Angeles.

Jeff Porter, Wine Director dei ristoranti Babbo e Del Posto, ha tweettato "il Brunello 2009 è stravaganza … porterò con me la passione del Sangiovese”.

Joel Mack del blog Vintrospective descrive così l’annata 2009: “vini generalmente aperti, generosi e pronti da bere”.

Per il sommelier Tim Rawding di Altamarea Group, che riunisce ristoranti come Marea, ai Fiori, Costata, Ristorante Morini, Osteria Morini, Due Mari, Nicoletta, The Chop Shop, Al Molo, "è importante degustare questi vini insieme ai cibi, specialmente se si assaggiano diverse annate in breve tempo”.

Tra i 180 giornalisti si sono contate firme di importanti testate e tv d’oltreoceano, come il New York e il Los Angeles Times, The Times Weekly, Bloomberg News, Cbs Television, ABC TV, Crn Radio, e le più prestigiose riviste specializzate a livello internazionale: Wine Spectator e Wine Enthusiast.